Callosità

Callosità (trattamenti delle ipercheratorsi)

L’integrità della cute del piede è fondamentale per il mantenimento del carico corporeo. Per “ipercheratosi” si intende un aumento eccessivo dello strato corneo dell’epidermide in aree soggette a pressione costante, che ha il fondamentale compito di proteggere dall’insorgenza di vesciche e ulcerazioni.

Le callosità possono essere suddivise in base alla localizzazione, estensione e dolorabilità in tiloma ed heloma. Il primo ha la caratteristica di essere facilmente individuabile nella zona dorsale del piede, è puntiforme come la sua dolorabilità. L’heloma si localizza principalmentte sulla pianta del piede, ha una superficie maggiore e il dolore alla pressione risulta essere diffuso. Particolare importanza si deve prestare alle zone ipercheratosiche dei piedi neuropatici, poiché al di sotto di queste aree potrebbero celarsi lesioni sottominate anche di notevole importanza.

Il trattamento podologico consiste nella riduzione dello spessore cutaneo e protezione delle aree maggiormente sollecitate, attraverso l’uso del feltraggio e realizzazione di ortesi plantari su misura per la redistribuzione corretta del carico a livello podalico. Un ruolo fondamente viene attribuito anche alla calzatura, che deve essere fisiologica e idonea alla conformazione del piede.